La storia della Cooperativa Sociale "L'Abbaino"

Nel 1987, nella zona di Rifredi, un gruppo di persone provenienti da percorsi professionali e di formazione diversi, iniziano un cammino nella comune volontà di guardare insieme al loro territorio, alla comunità con le sue risorse e con i suoi bisogni, per cercare di pensare e realizzare un progetto comune. Nasce così la Cooperativa di Solidarietà Sociale L’Abbaino.

Il nome “L’Abbaino” è l’idea dei soci fondatori di poter vedere le cose in maniera diversa, da un’altra angolazione ed in movimento, proprio come si può fare guardando da un abbaino.

Nel 1991, ai sensi della L.381, la cooperativa diventa di “tipo A” e inizia a gestire servizi socio-sanitari ed educativi, con lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità per la promozione umana e l’integrazione sociale. Da subito la Cooperativa, grazie agli stimoli interni ed esterni, coniuga progettazione e partecipazione, organizzazione e inclusione.

Gli anni passano e ormai la strada intrapresa guarda al consolidamento e alla creazione di una vera e propria impresa sociale. Si rende necessaria la definizione di strategie interne (organizzazione e ruoli) ed esterne (ampliamento delle attività e dei settori di intervento). Si inizia a lavorare sulla formazione e sull’inserimento lavorativo. In seguito la cooperativa fa la conoscenza del mondo dell’infanzia e questa è una scelta che ci proietta verso traguardi importanti. Nel contempo si avvicina al modo della certificazione di qualità, incontra la realtà CGM (Consorzio Gino Matterelli), si dota di un regolamento interno e di una struttura organizzativa e investe in un progetto il “Centro Infanzia La Nave” (è il 1997).

Il confronto costante in un’ottica di progettazione di orizzonti comuni, porta alcune cooperative a una scommessa nuova progettuale e si dà vita al Consorzio CO&SO. Il centro della nostra storia racchiude in sé, rileggendo quegli anni, i semi di ciò che sarà nei mesi successivi: una realtà portata all’apertura, alla generazione di soggetti diversi, ma a noi vicini e in qualche modo complementari.

Come naturale conseguenza di questo percorso la cooperativa inizia a ridefinire la sua identità, ragionando sulla sua presenza nei territori e sul lavorare in settori di intervento diversi. Nasce così il progetto “Spin-off”.
Spin-off per la cooperativa ha significato un continuo cambiamento, un costante sforzo per la creazione di nuove e solide imprese sociali e una continua riorganizzazione per quello che restava della cooperativa. Ha significato per noi generare nuovi soggetti che si diversificavano per: Territorio di riferimento Tipologia di intervento.
Molti sono stati gli aspetti positivi, le acquisizioni tecniche, i progressi anche in campo economico e di personale. Molte le difficoltà a far condividere in profondità questo tipo di progetto ai soci, comprendere agli interlocutori pubblici, ai committenti, a far percepire il grande valore di questa Impresa. Da questo processo sono nate le cooperative: Alveare, Archimede, Cenacolo, EDA, Piccolo Principe e Silver.
Oggi ogni realtà è un soggetto autonomo che partecipa insieme all’Abbaino al progetto del Consorzio CO&SO.

 

Realizzato da Doctorwebs e Giano Informatica