Qualità e certificazioni

Certificato qualità

Logo RINA 2018La cooperativa L'Abbaino ha conseguito nel 2002 la Certificazione di Qualità ai sensi della norma ISO-9001/2000. La verifica ispettiva sul controllo del rispetto dei requisiti nella gestione dei servizi, è stata condotta fino al 2010 dalla società CISQ-CERT ed adesso dalla società CISQ-RINA, entrambe accreditate a livello nazionale nell'ambito della certificazione dei servizi sociali e sanitari. La certificazione CISQ-RINA è relativa alla progettazione e all'erogazione di servizi socio assistenziali ed educativi rivolti all’infanzia e ai minori. Il conseguimento della certificazione rappresenta solo una tappa, all'interno del percorso di ricerca e di costruzione di azioni e metodologie orientate al miglioramento continuo della qualità sociale.
Certificare un servizio significa decidere di dichiarare i criteri, le modalità e gli strumenti che rendono quel servizio di qualità e significa anche operare affinchè quel servizio migliori i risultati di anno in anno.
Rispondere allo standard normativo significa operare per:

  • miglioramento continuo dei processi che regolano la gestione dei servizi
  • adeguamento costante dei servizi ai bisogni emergenti degli utenti diretti ed indiretti dei servizi in riferimento alle specifiche del territorio
  • comunicazione e trasparenza verso gli interlocutori (famiglie, enti committenti, comunità locale).
Certificato RINA - iso9001-2015
Certificato RINA ISO 9001-2008
Certificato RINA - UNI11034

Politica della Qualità

01. Finalità e contesto della cooperativa

La Società Cooperativa “ L’Abbaino” opera da trenta anni nel territorio di Firenze e in vari comuni limitrofi (Vaglia da circa 16 anni e a San Colombano da 4 anni) continua ancora oggi a perseguire l’obiettivo di migliorare il benessere  della comunità, attraverso la crescita qualitativa dei servizi offerti, la crescita del capitale umano e sociale dei propri soci ed operatori e la crescita in termini di protagonismo e partecipazione nei territori nella comunità in cui opera.
L’ Impresa società cooperativa osserva e vive il cambiamento della società contemporanea con le sue complessità cercando di rispondere ai nuovi bisogni della collettività e delle famiglie.
Negli ultimi anni c'e stato un grande cambiamento e una crisi economica, culturale e sociale da parte delle famiglie. La Cooperativa sta cercando di rispondere a queste nuove difficoltà della famiglia come evidenziano anche nell’analisi di contesto della Cooperativa.
A questo proposito i nuovi scenari riguardanti la sanità, la scuola, il lavoro ci vedono protagonisti grazie all’esperienza maturata negli anni, alle metodologie di lavoro e gestione di servizi innovativi e di qualità.
La cooperativa si assume la responsabilità di dare risposte imprenditoriali nuove ed efficaci coerenti ai principi fondanti della cooperazione.
Intenzionata, sempre, a lavorare in integrazione con soggetti pubblici e privati e a coinvolgere attivamente la comunità nei processi di scambio, progettazione e valutazione degli interventi effettuati.
Nuovi orizzonti si devono aprire per la cooperazione sociale pensando a collaborazioni e partnership innovative con soggetti privati che condividono la centralità della persona ed i valori della solidarietà.

Oggi come ieri la Cooperativa mira ad essere un soggetto di promozione del benessere sociale. Quindi i principi fondamentali della missione della Cooperativa possono così riassumersi:
  • PROMUOVERE IL POTENZIALE SOCIALE DELLE PERSONE ossia promuovere l'integrazione e l'inclusione sociale, coinvolgendo i diversi portatori di interesse del territorio nei servizi alla Persona ed alla Comunità;
  • SVILUPPARE IL PRINCIPIO DELLA SUSSIDIARIETÀ ossia promuovere l'auto-organizzazione dei cittadini;
  • PERSEGUIRE azioni sociali fondate nel riconoscimento dei diritti dei bisogni della comunità locale;
  • FAVORIRE la partecipazione dei soci al proprio progetto di impresa sociale;
  • FAVORIRE lo sviluppo di politiche sociali  finalizzate a incrementare la concertazione e i rapporti di collaborazione tra privato sociale, enti pubblici e pubbliche amministrazioni.
Questo significa:
  • operare interventi sociali ed educativi con le persone, attraverso un lavoro di rete ed integrazione tra cooperative di tipo A , di tipo B ed altri soggetti del no-profit .
  • fornire interventi e progetti  personalizzati e dinamici e non singole prestazioni;
  • stimolare la partecipazione e il sostegno consapevole delle persone e delle loro famiglie;
  • finalizzare l’azione educativa e sociale all’emancipazione e all’inclusione sociale delle persone.
  • assicurare integrazione di competenze, sistemi operativi, metodologie e opportunità di innovazione attraverso l’appartenenza al Consorzio CO&SO e a CGM, pur valorizzando le originalità territoriali.

Il Consorzio CO&SO nasce nel 1998 in forma di cooperativa sociale. Le cooperative socie del Consorzio sono prevalentemente cooperative di tipo A, di tipo B e di servizi ed operano nella gestione di:

  • servizi socio-educativi e/o assistenziali rivolti all’infanzia, minori e giovani, soggetti disabili, anziani, categorie sociali a rischio etc.;
  • attività produttive e di servizi in vari settori (manutenzione del verde, mense, pulizie, riciclaggio abiti, gestione bar etc.) finalizzati all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati;
  • servizi afferenti all’area culturale (biblioteche, editoria e grafica) e all’outsourcing per le imprese.

La Direzione in questi tre anni di mandato del nuovo Consiglio di Amministrazione si propone di lavorare sullo sviluppo, consolidamento e miglioramento qualitativo dei settori Infanzia, Minori e Famiglia. Dall’ultimo Piano di Impresa ci sono state delle forti riorganizzazioni dei servizi, in termini di efficacia e di efficienza, mutamenti gestionali che hanno determinato il consolidamento dello sviluppo e aperto nuove prospettive di crescita di servizi privati e nuove collaborazioni con enti pubblici.

 

02. Obiettivi per la qualità

Gli obiettivi per la qualità vengono stabiliti ogni anno sulla base delle esigenze dell’organizzazione e sulla base delle esigenze dei clienti. La Direzione della Cooperativa verifica, approva, monitora e riesamina periodicamente gli obiettivi per la qualità contenuti nel PdQ annuale. Tali obiettivi traducono operativamente e nel dettaglio le direttive generali indicate nella politica della qualità della Cooperativa.

La cooperativa è certificata per il seguente campo di
PROGETTAZIONE ED EROGAZIONE DI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI ED EDUCATIVI RIVOLTI ALL’INFANZIA ED AI MINORI.
La cooperativa a luglio 2016 è risultata conforme alla norma 11034, certificato N.INFA/16/26 per i campi di attività:
PROGETTAZIONE ED EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI NIDO D’INFANZIA.

 

03. Pianificazione del Sistema di Gestione per la Qualità

La Qualità fa parte della strategia della Cooperativa. Essa viene pianificata, da parte del Presidente in collaborazione con il Consiglio di Amministrazione. L’immagine e il business della cooperativa dipendono dalla soddisfazione degli utenti dei servizi. Le caratteristiche che influenzano la soddisfazione degli utenti possono essere individuate nei seguenti componenti:

  • competenza dei responsabili e dei collaboratori del Cooperativa;
  • efficienza ed efficacia nella fornitura dei servizi offerti;
  • conformità dei risultati dei processi alle specifiche e alla norma UNI EN ISO 9001;
  • conformità dei risultati e dei processi alle specifiche e alla norma UNI 11034.

Lo strumento effettivo per la pianificazione e il controllo della qualità è il Piano della Qualità –Piano di Impresa che viene verificato nel riesame ogni anno.
Tutto questo permette di implementare la Politica aziendale per la Qualità.
Lo sviluppo operativo del Piano si realizza per mezzo della pianificazione, del controllo e della sorveglianza delle attività e dei servizi.
Gli obiettivi da inserire nel Documento sono definiti dal Consiglio di Amministrazione in collaborazione con la Direzione.
Annualmente il CdA della Cooperativa, dopo aver preso visione di risultati dei processi di analisi e rilevazione e dell’esito delle verifiche ispettive effettuate durante l’anno precedente, procede all’individuazione dei processi da monitorare e/o migliorare, sulla base delle esigenze manifestate dai clienti e dalla stessa organizzazione.
Riguardo ad essi stabilisce poi dei micro obiettivi misurabili, individuando indicatori adeguati e corrispondenti valori target cui fare riferimento.

In particolare il Piano:
  • viene preparato, sulla base di questi obiettivi, dalla Direzione in collaborazione con il CdA;
  • viene verificato e approvato dal Presidente;
  • elenca le caratteristiche chiave di importanza strategica per l'attività oggetto del Piano;
  • individua gli indicatori correlati a tali caratteristiche;
  • descrive le modalità di raccolta dei dati che permettono di monitorare gli indicatori;
  • stabilisce i valori target degli indicatori in modo di permettere un'effettiva "misurazione e controllo della qualità";
Descrive e assicura:
  • le risorse necessarie;
  • le attività di misura e controllo;
  • le attività di verifica;
  • i criteri di accettazione dei risultati
  • che sono necessari a garantire il soddisfacimento degli obiettivi.

Periodicamente, dunque, la Direzione monitora, approva, verifica e riesamina gli obiettivi che traducono le direttive indicate nella Politica per la Qualità.
Nella stesura del Piano la Direzione deve assicurare che gli obiettivi della qualità stabiliti siano effettivamente misurabili e coerenti con la Politica a tutti i livelli pertinenti dell’organizzazione.
Deve inoltre assicurare che la pianificazione dei processi, delle relative risorse e dei monitoraggi siano eseguite per conseguire gli obiettivi per la qualità stabiliti.
La politica per la qualità inoltre è disponibile ed è documentata, comunicata e applicata all’interno della cooperativa.

Data  01.01.18

Certificato PAN

Consorzio PANPAN è un consorzio senza fini di lucro finalizzato all'apertura e al potenziamento di nuove strutture per l'infanzia che assicurano alle famiglie alti standard di qualità per tutti i servizi offerti, con un marchio nazionale. Il progetto PAN consente alle famiglie di ottenere un innovativo finanziamento agevolato per il pagamento della retta mensile e favorisce il ritorno al lavoro delle neo mamme. Le strutture certificate PAN devono garantire precisi requisiti e adeguati standard qualitativi, assicurando l'alto livello del servizio unitamente ad un buon rapporto qualità prezzo. Per ottenere e mantenere il marchio nazionale PAN ogni struttura viene verificata da parte dei 40 ispettori del consorzio che seguono le indicazioni descritte all'interno di un manuale, redatto da un gruppo di pedagogisti e tecnici esperti del settore.

 

Realizzato da Doctorwebs e Giano Informatica